Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.

Premessa

Innanzitutto cominciamo distinguere le varie categorie di motociclisti.

Ci sono i “possessori di motoveicoli” ,che sono la maggioranza, ovvero tutti coloro che hanno una moto quasi per caso o per moda o perché è utile per schivare il traffico, (ovviamente solo se il termometro segna oltre i 20°..), che non andrò a descrivere, e poi ci sono i motociclisti, ovvero tutti quelli che provano piacere a stare sulle due ruote.

Generalmente nel mondo mototuristico c’è la tendenza a girare da soli o in piccoli gruppi senza sentire il bisogno di unirsi in gruppi o associazioni; molti si avvicinano all’m FMI , ovvero alla Federazione Motociclistica Italiana, chi come semplici soci di club esistenti chi invece crea nuovi gruppi regolarmente inscritti alla federazione.

Questi non hanno regole o limitazioni per quel che riguarda loghi del club su magliette, giubbini o quant’altro.. Lo stesso vale anche per tutti quelli che girano assieme come gruppi di amici con tanto di nome e loghi ma che “restano fuori” dal mondo bikers..

Per “mondo bikers” intendo tutto quello che gira attorno ai motoraduni dei biker, ai custom e al mito delle harley-davidson.. Praticamente qui ci sono tante “regole di convivenza” ,  regole non scritte ma talmente radicate che possono portare a scontri sia verbali che “corporali”…

Bene, dopo questa prima premessa, cominciamo con il distinguere le “classi sociali” del mondo bikers. Molti nomi sono in inglese, anche perché siamo una “conseguenza” del movimento motociclistico americano.

FREE BIKERS, cioè quelli che stanno per conto proprio, girano per lo più da soli e non aderiscono a nessun gruppo. Questi non hanno nessuna necessità di portare patches identificative né di fare dichiarazioni in merito al loro status;

SMALL PATCH CLUB, gruppi che si distinguono da una patch piccola con il simbolo e il nome del gruppo attaccata davanti sul gilet. Per lo più sono gruppi “autorizzati” dall’ MC di zona, o sono gruppi ormai storici;

SUPPORTER sono quei free bikers che si “schierano” dalla parte di un club MC;

CLUB SUPPORT è un club che supporta un Club MC, cioè partecipa alle attività e dà una mano. Non è detto che vorrà poi diventare un club MC;

MC (Motorcycle Club) identificano tutti quei club che si distinguono dalle quattro pezze (back colors o Roker) che portano sul retro del gilè.

Di questa "categoria" fanno parte sia MC normali sia MC 1%. Hanno regole precise non sempre scritte, un'etica di gruppo inviolabile e vincolante. Gestiscono loro la creazione di nuovi gruppi MC e tutta la questione dei "colori" di qualunque tipo di club motociclistico, MC o non MC;

H.O.G. (Harley Owners Group) è il club mondiale ufficiale creato da Harley-Davidson, a sua volta suddiviso in Chapters regionali legati a una concessionaria. I soci H.O.G. possono essere anche soci di un Chapter H.O.G. ma non lo sono per forza. Portano la grande caratteristica patch con l'aquila sulla schiena e la piccola davanti con con un accordo con il mondo MC a livello mondiale.

FREE CHAPTER, club mondiale, H.O.G. ufficioso (i cui membri sono obbligatoriamente soci H.O.G. ma il club non ha nessun vincolo diretto né con H.O.G. né con una concessionaria). La crazione del FREE CHAPTER sottostà comunque all'approvazione del primo FC che ne omologò il sistema, il 1st Free Chapter Bordeaux, dell'MC locale e di quello nazionale di riferimento per i "colori" sulla schiena.

Esistono poi club specifici, soprattutto in America, fatti da poliziotti (con i colori azzurro e bianco), pompieri (con i colori sul rosso), veterani, ecc.

Riunione Soci

Tutti i Giovedi dalle: 21:30
Presso la nostra sede

Dove siamo

 

Contattaci

Informazioni

Vercelli direzione Santhià 

Sede Legale

WEHR CELT
Via per Santhià n. 2
13047 San Germano Vercellese (VC), ITA

Mappa